Le CaRTe deLLa HObbiT

Le carte della hobbit sono delle carte magiche che una vecchia hobbit consegna alla Regina affinché questa possa affrontare e superare le varie prove che ogni Tempio  riserva a chi intende attraversarlo.

Io amo gli enigmi, ma nei libri, o nelle storie in genere, ho con essi uno strano rapporto, un po’ come la Regina e la Hobbit, un rapporto di amore e odio. Mi spiego meglio: mi piace che ci siano,  il fatto che il lettore ne sia stimolato, e che la vita del protagonista dipenda dalla loro risoluzione; crea tensione, attesa, specie  se il tutto avviene in un contesto ben costruito. Quello che odio è che spesso questi enigmi sono troppo complicati, impossibili per il lettore. O, come spesso accade, che la soluzione avvenga per un colpo di “genio” poco plausibile del protagonista, e peggio ancora non sopporto il dilungarsi di pagine e pagine di spiegazioni, che spesso rovinano e rallentano il ritmo del racconto.

Anche negli enigmi ho voluto essere originale, almeno a mio parere, questo è chiaro. Ho voluto che fossero, un po’ come tutto Macubia, enigmi che ognuno ha dentro di sè, enigmi che richiamino qualche episodio della vita di ciascuno, che siano il punto di unione tra il magico Universo di Macubia e la nostra vita reale.

L’esempio che più mi piace riportare è il cubo di Rubik. Tutti prima o poi ci abbiamo sbattuto, qualcuno lo ha risolto, qualcun altro ci ha rinunciato, altri ancora hanno sempre creduto che chi lo risolve debba essere un mago! Oppure chi da piccolo non ha mai disegnato per strada a terra il gioco delle campane o chi non ha risolto il classico gioco della capra, il lupo e l’erba (qui nella variante più complessa e soprattutto più spaventosa con orchi, troll ed erba magica)?

Prima di lasciarvi alle carte della Hobbit, vorrei aggiungere che esse sono state inserite alla fine del libro, anche per il semplice motivo di non interrompere la dinamicità della storia e di non stancare ed annoiare il lettore. Colui che non è interessato minimamente agli enigmi, vivrà l’emozione e la suspance della loro risoluzione, ma non sarà rallentato o annoiato dalla spiegazione di essi e potrà andare avanti senza interrompere la dinamicità del racconto. Chi vuole invece soddisfare la propria curiosità può leggerle con calma nell’appendice del libro.

Di seguito la versione integrale e scaricabile delle Carte della Hobbit.